FIRENZE: Le Api che non si contano…

FIRENZE: Le Api che non si contano…

FIRENZE: Le Api che non si contano…

Passeggiando per le vie del centro storico di Firenze, si arriva a Piazza della Santissima Annunziata che coinvolge immediatamente per arcate, palazzi e fontane.

 

Estremamente rappresentativa del carattere rinascimentale fiorentino, è colei che con il suo preciso senso estetico, ispira anche il resto della città.

Il loggiato infatti, aveva varie funzioni pratiche oltre che di bellezza; poteva infatti essere usato per il mercato, come rifugio per ammalati o accoglienza per viandanti.

 

Ad aumentarne il fascino, fu collocato al centro della piazza un imponente monumento equestre dedicato al Granduca di Toscana Ferdinando I dè Medici. Opera tarda del Giambologna, che fu poi completata dal suo fidato allievo Pietro Tacca nel 1608.

La statua fu realizzata attraverso la fusione del bronzo ricavato dai cannoni delle navi turche, sconfitte durante le campagne militari dell’Ordine dei Cavalieri di Santo Stefano. Ma la curiosa singolarità di questo monumento è uno sciame di api presente sul suo piedistallo:

Le api, disposte in precisi cerchi concentrici, hanno lo scopo di rappresentare i fiorentini che avevano il compito di lealtà, laboriosità e collaborazione nei confronti di Ferdinando I.

Al centro, il Granducato di Toscana e il suo sovrano rappresentati dall’ape regina.

In alto, il motto latino “Maiestatis Tantum”, ovvero “soltanto per sua Maestà” che evidenzia come mai quest’immagine, divenne anche il simbolo araldico di Ferdinando I.

 

Ma quante sono queste laboriose api?

Non è semplice capirlo perché la loro posizione ne rende difficile l’enumerazione…

 

In passato, i genitori utilizzavano lo stratagemma di farle contare per calmare i capricci dei propri figli, promettendo loro una ricompensa qualora fossero riusciti a trovare la soluzione.

Contare le api in bronzo divenne così non solo uno stratagemma o un gioco ma anche una vera e propria sfida che, arrivando fino ai nostri giorni, coinvolge ancora adulti e bambini: leggenda vuole infatti che chi riesce a contarle rigorosamentesenza toccarle con le mani o indicarle col dito, potrebbe ricevere molta fortuna…

 

Riferimenti foto:

Foto Piazza SS Annunziata

Foto 98256630 © Ivan Vander Biesen | Dreamstime.com

 

Foto Api

Sailko / Wikimedia Commons

 

Foto Firenze

Foto 59442545 © Rudi1976 / Dreamstime.com

Back to blog